Musicoterapia: quando la musica è meglio di qualsiasi cura
SHOWROOM
SHOWROOM

Via Ponza 2, 80026 Casoria - Napoli

+39 081 584 4444

Musicoterapia: quando la musica è meglio di qualsiasi cura

Benessere: Musicoterapia

Può davvero la musica curare stati d’animo, umori o addirittura malattie? Certo che può, attraverso la musicoterapia. La musica è una delle arti più potenti, e se usata correttamente può curare malattie invalidanti. Vediamo per bene di cosa si tratta.

Da tempo, è noto come l’ascolto e l’esecuzione di suoni e melodie possano agire sugli stati d’animo e sulle emozioni, in virtù delle loro proprietà rilassanti o stimolanti. Proprio per questo, ultimamente, l’interesse scientifico si è focalizzato sulla possibilità di sfruttare tale pratica come terapia complementare, in varie condizioni patologiche e parafisiologiche. Ecco come nasce la musicoterapia.

Un cuore infranto, un amore non corrisposto, un esame andato bene, il primo ballo al proprio matrimonio, un giorno adrenalinico o uno deprimente: ogni momento della nostra vita è accompagnato da una colonna sonora che difficilmente potremmo dimenticare. La musica è una vera e propria costante della vita ed ha il potere di modificare il nostro stato d’animo e di far diventare una giornataccia, una nuova occasione di vita.

Consci del suo potere terapeutico e della sua forte capacità di coesione sociale, è stata elaborata una nuova terapia. Si tratta di una modalità di approccio alla persona che utilizza la musica o il suono come strumento di comunicazione non-verbale. Tutto questo al fine di intervenire a livello educativo, riabilitativo o terapeutico, in una varietà di condizioni patologiche.

La musica in medicina

La musicoterapia può migliorare la salute delle persone a diversi livelli, facilitando il raggiungimento degli obiettivi di trattamento. La musica può influenzare, infatti, molteplici ambiti, come le funzioni cognitive, le capacità motorie, lo sviluppo emozionale, le abilità sociali e la qualità della vita.
La musicoterapia può essere applicata durante la gravidanza, per l’insegnamento scolastico o alla terapia in reparti di medicina oncologica, palliativa e geriatrica. A seconda del caso da trattare, le modalità di approccio potranno essere differenti. Possono prevedere, ad esempio, l’ascolto di brani, l’esecuzione con strumenti, la libera improvvisazione, il canto, la danza o il movimento. Nelle strutture scolastiche, la musicoterapia viene generalmente impiegata per scopi psicopedagogici, in quanto può contribuire all’organizzazione di una personalità equilibrata e matura.

La musica e il benessere psico-fisico

“La musicoterapia è l’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapeuta qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la motricità, l’espressione, l’organizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive. La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l’integrazione intra- e interpersonale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico.”

Questa è la definizione della Federazione Mondiale di Musicoterapia. Il rapporto musica-corpo è da sempre stato oggetto di interesse sin dall’antichità. Con lo sviluppo della medicina moderna, si è cercato di approfondire le potenzialità curative dell’ascolto o della produzione di melodie, avvalendosi di strumenti sempre più capaci.

Sono stati confermati nel corso degli anni gli effetti benefici della musica, sia sulle funzioni cognitive che su quelle fisiologiche dell’uomo. Evidenti sono i suoi effetti soprattutto sull’umore e sugli stati nervosi. E’ stato accertato che la musica possa alleviare il dolore nei malati, possa stimolare i disabili e persone colpite da gravi traumi. Inoltre la musicoterapia è un toccasana anche per  trattare ansiadepressione e insonnia e per favorire lo sviluppo fisico e mentale del feto durante la gravidanza.

Il ruolo della musica in casa

Immaginate di tornare a casa, togliervi le scarpe dopo una lunga giornata, mettere su un vinile e di accomodarvi sul divano lasciandovi coccolare dal comfort del sofà e dalle note musicali che invadono la stanza. Non credete che sia una fantastica conclusione per la vostra giornata?

Dunque, appurato che la musica abbia un effetto terapeutico su ogni persona, sarebbe assurdo non “sfruttare” questo suo potere nel nostro rifugio sicuro, cioè la casa.

Eppure basta così poco per ritagliarsi degli attimi di puro relax. Lasciate che il volume della musica riesca anche a contenere l’invadenza dei vostri pensieri negativi. Utilizzate uno strumento, tanto semplice quanto efficace, per donare senso e benessere ai preziosi attimi della vita casalinga. Con i moderni sistemi domotici, potrete decidere cosa ascoltare da remoto e aprire la porta di casa accompagnati dalla vostra canzone preferita. Non trascurate il vostro benessere, che proprio in casa dovrebbe essere un diritto sacrosanto per ognuno di noi. Arredare casa non significa solo progettare i suoi spazi fisici, ma concepire il benessere e la personalità dei suoi abitanti.

Quale effetto ha la musica su di voi e su il vostro stato d’animo? Generalmente utilizzate spesso la musica in casa? Raccontateci che rapporto avete con la musica e perchè no, dateci dei consigli su cosa ascoltare.

Visitate la nostra pagina Facebook o il nostro sito per trarre spunto per il vostro arredamento moderno e non solo. Seguiteci per essere sempre aggiornati sui nostri consigli per la vostra casa.

Realtà virtuale

Il sistema VirTrue ti consente di osservare e toccare con mano l’arredo della tua casa prima della sua realizzazione!

SCOPRI VIRTRUE
Meka - Visita la casa dei tuoi sogni prima che sia realizzata

Prenota il tuo appuntamento

Vieni a trovarci nel nostro showroom e dai vita alle tue idee e realizza la casa che desideri.

PRENOTA ORA